Si muovono e possono coordinarsi, comunicando tra loro; si assegnano compiti e ruoli; portano a termine operazioni anche complesse. Il tutto dal basso dei loro soli dieci grammi di peso: sono i piccoli robot sviluppati dai ricercatori del Politecnico federale di Losanna, in Svizzera, che per questi tratti distintivi hanno già preso il nome di robot-ants, formiche robot.

A cosa possono servire? Nelle operazioni di ricerca e soccorso, per esempio in caso di disastri o calamità naturali, spiegano i ricercatori, grazie al loro intuito e alla loro capacità di localizzare un bersaglio anche senza gps o il senso della visione, sfruttando semplicemente la numerosità e l’intelligenza collettiva.

Il progetto, in fase di perfezionamento, è appena comparso sulle pagine di Nature, ma possiamo già vederle in azione in questo filmato, diffuso dagli stessi scienziati.

(Credit video: EPFL. Credit immagine: Zhenishbek Zhakypov/EPFL)

The post Le formiche robot che ci salveranno dai disastri appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it