Magliano, nella Maremma toscana. (Shutterstock.com)
La vera ricchezza della Toscana, oltre alle architetture di un glorioso passato e alla natura “plasmata da Dio e pettinata dagli uomini”, vive nella straordinaria capacità manifatturiera che, tramandata di generazione in generazione, conserva inalterati i valori della tradizione nella sua declinazione contemporanea. È uno spunto di riflessione che si afferma in un unicum quale le Sette Meraviglie della Toscana, che è poi il titolo di una mostra nell’area della Polveriera, alla Fortezza da Basso dal 24 aprile al 1 maggio, in occasione del MIDA 2019.
Forse non è un caso che tutto questo accada in concomitanza con le celebrazioni mondiali del 500° anniversario della scomparsa di Leonardo da Vinci, che racchiude in sé anche la candidatura di Firenze a Città creativa Unesco per l’artigianato. Obiettivo il rilancio del



Leggi l’articolo su blogstar.org.uk