È possibile conservare una cultura da startup quando si cresce e ci si struttura? Una community su Facebook può diventare un’azienda innovativa? Come si conversa con il proprio target al tempo dell’intelligenza artificiale? Sono alcune domande che troveranno risposta a Firenze, dove il mondo dell’innovazione italiana farà tappa nello spazio Alcatraz della Stazione Leopolda: l’appuntamento è con la summer edition di StartupItalia Open Summit 2019.

Gli attori dell’ecosistema dell’innovazione nazionale si confronteranno, e racconteranno, sui diversi palchi dell’evento ma non mancherà anche la possibilità, per le startup, di presentare nuove idee di business nello spazio dedicato dello Startup Village Italia dove confluiranno ovviamente investitori, curiosi e i più interessati a fare network.

A Firenze saranno presenti fondatori di aziende innovative, investitori, sviluppatori ma non mancheranno alcune stelle della galassia web: numeri e impegno profusono dicono chiaramente che anche i web creator fanno impresa raggiungendo un target, ma fanno anche innovazione, cambiando i linguaggi e le piattaforme scelte per veicolare i contenuti.

Sul palco principale saliranno gli speaker italiani e internazionali per dialogare a tutto tondo sugli scenari dell’innovazione. Si parlerà del futuro di alcune industry, come quelle del food, del fashion e del travel, ma anche del dna dell’impresa che cambia e dell’innovazione che verrà vista dai venture capital.

Uno sguardo oltre il perimetro delle imprese, allargato al sistema paese, non mancherà con il panel Il manifesto della Repubblica digitale, con Guido Scorza, responsabile degli affari regolamentari per il team governativo che si occupa di trasformazione digitale. Saranno a Firenze, tra i molti ospiti, Paolo Barberis, founder di Nana Bianca, Agostino Santoni, ad di Cisco Italia, Stefano Cecconi, ceo di Aruba, Simon Beckerman, fondatore di Depop, Fabio Vaccarono, managing director di Google Italia, Enrica Arena, cofounder di Orange Fiber.

Nei palchi collaterali, invece, la realtà delle aziende innovative viene letta alla luce di macrotemi e history case: tra gli appuntamenti da segnalare, Tutti possono investire in startup, con i fondatori di Openseed, Userbot e le sfide alla conversational Ai con Antonio Giarrusso, fondatore della startup che automatizza le conversazioni tra brand e consumatori; e ancora tre case history di successo nel mondo del marketing post spedizione.

La summer edition del summit sarà anche il contesto giusto per lanciare la call alle startup che culminerà a dicembre, nell’edizione invernale, con la premiazione per la migliore azienda innovativa dell’anno. L’evento è a ingresso gratuito ma bisogna registrarsi.

The post L’ecosistema degli innovatori italiani fa tappa a Firenze appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it