La frequenza con cui si parla di Banksy sulla stampa ci fa pensare che il suo gradimento popolare e di mercato non sia ancora finito. Il graffiti-artist dall’identità segreta non cessa di fare spettacolo: è dell’ottobre 2018 l’episodio che lo ha visto protagonista assoluto dell’asta di Sotheby’s a Londra, durante la quale abbiamo assistito in diretta via social all’autodistruzione di un lavoro che era stato appena aggiudicato dal martelletto del banditore a circa 1.200.000 euro. L’atteggiamento anti-mercato che è alla base di questo gesto distruttivo nasconde chiaramente l’obiettivo di moltiplicare a cascata l’attenzione dei media e di catalizzare l’attenzione dei compratori. Stando alle continue uscite sui giornali, sembra che l’astro di Bansky non sia ancora tramontato.
Alle aste i suoi lavori fioriscono e sembrano pensati per fare grandi numeri. U…



Leggi l’articolo su blogstar.org.uk