Le proposte permetterebbero alle forze dell’ordine degli stati membri di collegare i propri database fotografici, che includono milioni di immagini dei volti delle persone



Leggi l’articolo su wired.it