Redatto da Oltre la Linea.

Cecile Eledge, 61 anni, residente nello stato del Nebraska, da dieci in menopausa, ha fatto da “madre surrogata” per il figlio gay e il compagno – Matthew Eledge, 32 anni, e Elliot Dougherty, 29 anni. L’iniziativa è partita, come spiega Il Fatto Quotidiano, quando Matthew ed Elliot hanno cominciato a desiderare un figlio e hanno deciso di voler ricorrere a una madre surrogata, la proposta di Cecile li ha fatti sorridere fino a quando non hanno capito che la madre di Matthew faceva davvero sul serio.

Aiutati dalla dottoressa Carolyn Maud Dougherty che ha definito l’idea di Cecile “per niente stralunata”, i tre hanno incontrato un’équipe medica nella loro città natale, Omaha, in Nebraska e dopo alcune analisi hanno dato il via all’iter. “La mia mamma a 61 anni ha una pressione sanguigna più bassa di tutti noi figli”, ha detto Matthew al DailyMail, che ha riportato la notizia.

Nebraska: nonna fa da madre “surrogata” per il figlio gay

Non appena Cecile è stata indicata come “ospite adatto” ecco che è entrata in scena la sorella di Elliot per donare i suoi ovuli: Lea, 26 anni, aveva infatti appena partorito il suo secondo figlio. Gli ovuli, fecondati dallo sperma di Elliot, sono così stati impiantati nell’utero di Cecile che dopo nove mesi e una gravidanza non semplicissima ha partorito in modo naturale e ha dato alla luce la sua nipotina.

Ecco il futuro della società progressista e con tutti i diritti e libertà del mondo. Contenti?

(La Redazione)

 

L’articolo Nebraska: nonna fa da madre “surrogata” per il figlio gay proviene da Oltre la Linea.



Leggi l’articolo completo su oltrelalinea.news