Le sue utopistiche dichiarazioni in materia di libertà d’espressione non convincono. L’idea che una sola persona sia adesso in grado di gestire a suo piacimento una piattaforma fondamentale per il dibattito pubblico sembra un passo indietro, più che in avanti



Leggi l’articolo su wired.it