Pechino è disturbata dall’invasione di Putin ma silenzia i critici per non creare imbarazzi su un rapporto voluto da Xi e innesta in modo strategico frammenti di narrativa del Cremlino sulla sua retorica anti Usa e anti Nato



Leggi l’articolo su wired.it