(Shutterstock)
di Pasquale Sasso
Nel mezzo della classica distinzione tra società for profit e quelle non profit è stata introdotta una terza strada che è quella delle società benefit. Queste società, pur perseguendo uno scopo lucrativo, dimostrano una forte vocazione verso le persone e l’ambiente che le circondano. Il primo paese a legiferare sul tema (B-corporation), nel 2010, sono stati gli Stati Uniti. In Europa, invece, è stata l’Italia a introdurre per prima, nel gennaio 2016, con la legge 208/2015, la fattispecie delle società benefit.
Le società benefit rappresentano una evoluzione del concetto stesso di azienda. Inf…



Leggi l’articolo su blogstar.org.uk