Durante la conferenza GSMA Mobile 360, che si è svolta in questi giorni a Kigali, in Africa, il CEO di Pundi X, Zac Cheah, ha annunciato il nuovo smartphone blockchain XPhone.

Questo smartphone venne presentato nell’ottobre dello scorso anno presso il CES (Consumer Electronics Show) di Las Vegas, ma che per problemi tecnici il lancio era stato posticipato al terzo trimestre del 2019.

Questo rappresenta il primo terminale basato su blockchain che permette chiamate tramite la blockchain, come affermato dal CEO:

“L’XPhone permette a tutti di fare una telefonata sulla blockchain. [Questa è la] prima telefonata blockchain dell’Africa”.

Nello specifico, lo smartphone di Pundi X utilizza un sistema operativo, Function X (FX) che è basato sulla blockchain, permettendo all’utente di connettersi con la blockchain e di utilizzarla per fare chiamate, scattare fotografie e navigare in rete. Il tutto è trasmesso tramite la blockchain in modo che gli utenti possano avere il pieno controllo dei propri dati e quindi evitare che terze parti possano accedere alle informazioni.

Il sistema è open source e non c’è alcun provider di servizi centralizzato che possa recuperare le informazioni degli utenti finali dello smartphone.

La società ha previsto di produrre solo 5mila modelli per la fine del 2019 e sta cercando partner tra le varie compagnie di telecomunicazioni per produrre più terminali.

The post Pundi X: arriva XPhone, lo smartphone blockchain appeared first on The Cryptonomist.



Leggi l’articolo su cryptominando.it