Nel mirino il presidente Putin e il ministro degli Esteri Lavrov, oltre al settore finanziario, quello dei trasporti e l’export di beni



Leggi l’articolo su wired.it