(foto: Ri Butov via Pixabay)

Contro il coronavirus, in attesa del vaccino e di una cura, la mascherina ci aiuta a combatterne la diffusione. Numerosissimi studi hanno dimostrato l’efficacia delle mascherine e altrettanti ci hanno indicato i diversi tipi e la loro validità. Lo afferma una ricerca statunitense, condotta dall’Arizona State University e da altre università, che torna sull’efficacia di questi dispositivi, affermando che la pandemia potrebbe finire se almeno il 70% delle persone  utilizzasse le mascherine in maniera sistematica quando si trova in presenza di altre persone. La ricerca è frutto di un’analisi matematica e fotografa cosa potrebbe succedere in uno scenario ideale, dove tutti indossano sempre e correttamente la mascherina. I risultati, pubblicati su Mathematical Biosciences, sono stati oggi ripresi anche da un altro studio dell’università nazionale di Singapore, uscito su Physics of Fluids, che torna sull’efficacia delle mascherine e riconferma i dati dell’Arizona State University.

Droplet e particelle via aerosol

Fra le principale vie di trasmissione del coronavirus Sars-Cov-2 ci sono le goccioline di saliva che entra a contatto con le mucose quando la persona contagiata parla o tossisce oppure le ancora più piccole particelle disperse nell’aria (aerosol) – anche se questa via di contagio è meno frequente – o ancora il contatto mano-mano e poi mano mucose, che infatti deve essere evitato. Diverse ricerche hanno mostrato che la mascherina può diminuire in maniera essenziale la distanza percorsa dalle droplet. Anche la trasmissione via aerosol è ridotta con successo, almeno entro un certo limite, dall’uso delle mascherine. Qualche limite c’è: una fuoriuscita può sempre avvenire dai bordi delle mascherine, soprattutto se non indossate correttamente, sia mentre si inspira sia mentre si espira.

In generale però le mascherine sono uno strumento essenziale e il più efficace per ridurre il contagio. Gli studi odierni mostrano che quando le persone usano sempre la mascherina in luoghi pubblici o comunque in presenza di altri, il valore di Rt, parametro centrale per l’analisi della diffusione dell’infezione, scende sotto l’1 e l’epidemia può essere controllata efficientemente.

Il peso delle misure

Nello studio su Mathematical Biosciences i ricercatori hanno sviluppato un modello matematico, basato su vari parametri, che valuta l’impatto delle diverse strategie di controllo del contagio nello stato di New York e in tutti gli Stati Uniti. Le misure considerate sono il distanziamento sociale, il contact tracing, la quarantena preventiva, l’isolamento e l’uso delle mascherine.

Eradicare la pandemia con le mascherine?

I ricercatori hanno analizzato i diversi tipi di mascherine disponibili, da quelle chirurgiche alle più filtranti N95 fino a quelle di stoffa, che comunque possono ridurre la diffusione del virus.

In uno scenario ideale, in cui la stragrande maggioranza delle persone indossa sempre i dispositivi, si potrebbe arrivare a una risoluzione del problema. “L’uso di mascherine facciali altamente efficaci, come quelle chirurgiche che hanno un’efficacia stimata del 70% o superiore, scrivono gli autori nella pubblicazione, “potrebbe portare all’eradicazione della pandemia se almeno il 70% dei residenti dello stato di New York utilizzasse in pubblico in maniera costante questi dispositivi (mentre a livello nazionale è necessario che almeno l’80% ottemperino)” a questa regola. Tanto che lo studio indica tra i punti messi a fuoco il fatto che “l’uso sostenuto e diffuso delle mascherine [chirurgiche, ndr] potrebbe portare all’eliminazione del Covid-19. Quelle di stoffa hanno invece un’efficacia stimata inferiore al 30%, dunque, fermo restando che possono avere un qualche ruolo nel contrastare la diffusione dell’epidemia, proteggono solo in misura ridotta.

Sempre stando alle conclusioni dello studio, il contact tracing e la quarantena, presi singolarmente, hanno un impatto marginale nel ridurre il carico del Covid. Inoltre ovviamente combinare tutte le misure insieme ha un effetto ancora più significativo contro la diffusione del virus.

The post Quante persone dovrebbero usare costantemente le mascherine, per terminare la pandemia di Covid-19? appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it