Redatto da Oltre la Linea.

“Accogliere”. Il verbo torna perentorio, e a scriverlo è Matteo Renzi sulla sua pagina Facebook. Lo scrive dopo ogni via libera possibile al governo giallo-fucsia, voluto da ogni èlite mondiale possibile. Lo scrive per mettere subito le cose in chiaro: non saremo più disumani, ma saremo accoglienti. Il testo del post scritto dall’ex-presidente del Consiglio è eloquente:

Quando cambia un Governo è sempre un giorno importante per le istituzioni. L’Italia cambia spesso governo, anche troppo spesso. Ma l’Italia non potrà mai cambiare il proprio DNA: siamo un popolo con tanti difetti, certo. Ma siamo anche un popolo ricco di valori, di sentimenti, di ideali. Sappiamo accogliere, sorridere, amare. Noi non siamo carichi d’odio come qualcuno ci ha voluto dipingere in questi 14 mesi. E l’Italia non deve scimmiottare altri paesi e ricette di popoli diversi: l’Italia deve fare l’Italia.
L’Italia è bellezza, non odio. Sempre.
Buona giornata a tutti

“Sappiamo accogliere”: Renzi già rilancia l’invasione

Accogliere, già. Manca solo il punto esclamativo, ma poi si perderebbe l’effetto solidale. L’Italia non è “carica d’odio”. Torna la narrazione in pompa magna. Dove difendere la propria casa e la necessità di averne una propria diventa “odio”, in sfregio a qualsiasi diritto di nascita, di crescita, di vita. In sfregio al diritto di milioni di poveri italiani di non venire sorpassati, derisi e umiliati.

La foto postata utilizza la solita tecnica comunicativa: il pietismo. Il senso di colpa da instigare. Il bambino che sorride, usato senza pietà dalla propaganda immigrazionista, e il responsabile italiano che lo accoglie.

L’invasione è già ricominciata. La narrazione pietista, in compenso, non ha mai smesso di esistere, in barba all’azione vergognosa dei criminali che ha sempre difeso.

(di Stelio Fergola)

L’articolo “Sappiamo accogliere”: Renzi già rilancia l’invasione originale proviene da Oltre la Linea.



Leggi l’articolo completo su oltrelalinea.news