Alina Morse (fonte immagine: Zollipop.com)
Nel libro di Roald Dahl “La fabbrica di cioccolato” Willy Wonka è il re del cioccolato, in un luogo da far strabuzzare gli occhi a tutti i bambini magistralmente portato dalla carta al cinema da Tim Burton nel film con protagonista Johnny Depp. Qualcuno però potrebbe obiettare che un business vincente fondato su dolci e caramelle non sia eticamente inattaccabile per le possibili conseguenze dannose per i denti di tutti, soprattutto dei più piccoli. In Michigan, però, c’è stato chi, giovanissimo, un giorno si è chiesto “perché non è possibile realizzare dolci che non provochino carie e problemi dentali, così che i bambini li possano mangiare senza ricevere continuamente dei “no” dai genitori alle loro richieste?”. Quella domanda è diventata un’azienda conosciuta e presente in tutto il mondo, dal gigante dei supermercati americani Walmart fino all’e-com…



Leggi l’articolo su blogstar.org.uk