Anche in Italia è allo studio una riduzione del periodo di isolamento per chi è vaccinato, ha ricevuto la dose booster o è un contatto stretto di positivo. Stati Uniti e Sudafrica ci stanno già provando. Ecco gli elementi su cui si stanno completando le valutazioni



Leggi l’articolo su wired.it