La Unicredit Tower di Milano (Imagoeconomica)
Una singolare coincidenza ha legato l’annuncio che Unicredit praticherà dal 2020 tassi negativi ai depositi superiori ai 100mila euro alle prenotazioni per i Btp in dollari, accolti ieri da una pioggia di prenotazioni per un importo tre volte superiore all’offerta del Tesoro per 7 miliardi di dollari. Certo, si tratta di strumenti ben diversi tra loro: un conto sono i depositi a vista, altro investimenti a medio e lungo termine. Ma, d’altro canto, il target è lo stesso: clienti che, nel caso del Tesoro, sono pronti ad investire almeno 200mila dollari su uno strumento comunque negoziabile senza alcun vincolo.
L’esigenza di mettere a disposizione di clienti facoltosi e di imp…



Leggi l’articolo su blogstar.org.uk