Come ogni anno, oltre ad ascoltare i relatori e i concerti, saranno tante le attività da fare al Wired Next Fest, dal 24 al 26 maggio ai Giardini pubblici Indro Montanelli di Milano. Tra robot e realtà virtuale, stampa in 3D e voli nello spazio ce n’è per tutti i gusti. Oltre a una ricca area gaming, con tanti giochi da scoprire, sarà possibile mettersi alla prova in prima persona con l’innovazione e toccare con mano alcuni dei principali motori di cambiamento del futuro. Ecco alcune delle attività con cui potrete cimentarvi durante la tre giorni, andandole a cercare tra gli stand allestiti all’interno del parco. Ma attenzione, alcuni di questi eventi sono su prenotazione (da effettuare sul sito del Wired Next Fest di Milano), ed è bene muoversi per tempo.

FabLab

Come ogni anno il laboratorio di fabbricazione digitale FabLab di Milano sarà al nostro fianco. Per celebrare, nel suo centenario, il genio di Leonardo da Vinci. Sarà possibile visitare una mostra dedicata alle sue macchine: ogni modello è stato riprogettato per essere ottenuto con stampanti 3d e tagliato laser, macchine a controllo numerico che caratterizzano la Quarta rivoluzione industriale. Il risultato è una rassegna colorata e pop, che permette di leggere però tutto il valore scientifico e tecnico dell’opera di Leonardo da Vinci. Nello stand, oltre alla mostra, troverete stampanti 3d e altre macchine per la digital fabrication. Due volte al giorno per tutti e tre i giorni, FabLab darà vita anche a un workshop dedicato agli studi di ottica di Leonardo da Vinci. Durante il laboratorio scopriremo lenti, specchi e prospettografi costruiti con macchine a controllo numerico, con cui Leonardo studiava i fenomeni luminosi e la natura della luce.

Venerdì 24 maggio: mattina e pomeriggio
Sabato 25 maggio: mattina e pomeriggio
Domenica 26 maggio: mattina e pomeriggio

Madlab

Accanto a Leonardo, nello spazio del Wired Lab, si trovano anche le attività di Madlab, start up innovativa che si occupa di stampa 3D e robotica umanoide. Accanto ai workshop interattivi su Lego WeDo (la prenotazione per il primo giorno è qui) e Lego Mindstorm (la prenotazione per il primo giorno è qui), Madlab mostrerà al pubblico la sua gamma di robot umanoidi, che vanno dai più sofisticati Pepper e NAO di Softbank Robotics ai più simpatici e divertenti Aelos e Pando di Leju robotics. Durante i 3 giorni sarà possibile interagire direttamente con Pepper e Nao e giocare tramite il cellulare con Aelos e Pando. Il mercato dei robot umanoidi sta imponendosi negli Stati Uniti e in Giappone come uno dei settori a più alta crescita e vede i robot inseriti sia in contesti aziendali che nel settore consumer per i più giovani e le famiglie.

Venerdì 24 maggio: mattina (WeDo) e pomeriggio (Mindstorm)
Sabato 25 maggio: mattina (WeDo) e pomeriggio (Mindstorm)
Domenica 26 maggio: mattina (WeDo) e pomeriggio (Mindstorm)

Gold Vr

Da sempre la realtà virtuale è uno dei temi al centro del Wired Next Fest e questa edizione milanese non fa eccezione. All’interno dello spazio di Gold, progetto multimediale che esplora grazie all’uso delle tecnologie nuove frontiere e strategie di comunicazione, sarà possibile attraverso dei visori assistere in anteprima alla versione VR dello spettacolo La mia battaglia, di e con Elio Germano. Un’esperienza nuova, capace di portare il teatro in una dimensione diversa. Durante ciascuna delle tre giornate di festival ci saranno visioni collettive dell’opera e all’interno dello stand sarà possibile provare anche altre esperienze di virtual reality, guidati dallo staff di Gold.

Venerdì 24 maggio: ore 10:3014:3016:30
Sabato 25 maggio: ore 10:30, 14:30 e 16:30
Domenica 26 maggio: ore 10:30, 14:30 e 16:30

Space Dive



Il genio di Leonardo da Vinci ritorna ancora una volta, per fare vivere al pubblico del Wired Next Fest di Milano un’esperienza davvero unica. Dovete immaginare di poter viaggiare nello spazio, visitare altri pianeti e annullare le distanze cosmiche. Ai Giardini questo sarà possibile grazie all’integrazione tra il più sofisticato simulatore di Vr attualmente disponibile, Vitruvian, ed il più famoso e completo software di esplorazione spaziale, Space Engine. Assieme danno vita a Space Dive, per farvi provare l’esperienza Vr più immersiva del momento. Nelle fiere internazionali in cui il progetto è stato presentato ha riscosso un enorme successo, con code di curiosi e appassionati. Ogni sette minuti durante la tre giorni partirà un nuovo volo. Fatevi trovare pronti.

The post Tutti gli exhibit del Wired Next Fest 2019 di Milano appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it