Un piccolo lembo di pelle artificiale, realizzato in laboratorio a partire da morbido silicone, sulla punta delle dita per percepire forma e consistenza degli oggetti che tocchiamo: in poche parole, per imitare il senso del tatto. E nel modo più simile possibile a quello naturale.

È un’opportunità che inizia a prendere corpo grazie ai ricercatori del Politecnico federale di Losanna, che fanno sapere in questi giorni di aver messo a punto un polpastrello elettronico di ultima generazione capace di inviare impulsi tattili incredibilmente realistici a chi lo indossa. Com’è fatto? Scopritelo in questo video, realizzato proprio dall’istituto di ricerca che ha sviluppato il prototipo.

(Credit video: Epfl)

The post Un polpastrello elettronico che regala il senso del tatto appeared first on Wired.



Leggi l’articolo su wired.it