Girato interamente all’interno di una piattaforma per la realtà virtuale, mostra uno spazio digitale in cui gli utenti instaurano relazioni autentiche e creano piccole comunità capaci di sostenersi nei momenti di difficoltà, molto lontano dall’idea di Meta



Leggi l’articolo su wired.it