Recentemente Electric Coin Company, l’azienda dietro allo sviluppo di Zcash, ha pubblicato un report relativo all’andamento finanziario.

Nel report possiamo osservare come nel primo trimestre del 2019 l’azienda abbia registrato un deficit mensile pari al 30% e dove quindi i 449mila dollari di incassi non hanno permesso di coprire le spese mensili che sono state pari a 635mila dollari.

Se analizziamo nel dettaglio la struttura dell’azienda possiamo notare come l’80% delle ricompense dei blocchi vada ai miner ed il restante ai fondatori e, calcolando che la crypto oscilla intorno ad un prezzo di 55 dollari, possiamo calcolare che mensilmente, ECC ha recuperato quasi $ 337mila, mentre le spese sono di 525mila dollari per quanto riguarda i costi dell’azienda e 110mila dollari mensili per i dipendenti, che in totale sappiamo essere 19.

Una soluzione che si è adottata per ridurre i costi dell’azienda è stata quella di tagliare alcune aree non importanti della stessa come le PR, la protezione per il marchio e per l’ingegneria.

Lo stesso CEO nonché fondatore della Electric Coin Company, Zooko Wilcox, aveva già recentemente pubblicato una lettera aperta alla comunità di Zcash affinché si creasse un nuovo fondo per lo sviluppo della compagnia stessa perché, se così non dovesse accadere, ad ottobre dell’anno prossimo i fondi saranno finiti, portando alla potenziale valutazione di cambiare o addirittura abbandonare il progetto.

 

The post Zcash: Electric Coin Company è in perdita appeared first on The Cryptonomist.



Leggi l’articolo su cryptominando.it