Un hacker ha scoperto una serie di falle nel database di ShitExpress, portale utilizzato per scherzi di pessimo gusto o vendette e che affermava di garantire la segretezza dell’identità dei suoi utenti



Leggi l’articolo su wired.it