Dal consumo di suolo al dissesto idrogeologico, dall’adattamento ai cambiamenti climatici alla tutela di mari e foreste: ecco le ricette degli schieramenti in vista delle elezioni del 25 settembre. Clima e ambiente hanno finalmente un ruolo da protagonisti, ma ciò non significa che le proposte siano del tutto credibili



Leggi l’articolo su wired.it