I partiti si buttano a capofitto sui disservizi della piattaforma in cerca di facili consensi, in una campagna elettorale agostana con pochi argomenti. La politica tuttavia avrebbe gli strumenti per intervenire. E non sono i tweet



Leggi l’articolo su wired.it