Violati i dispositivi elettronici di medici, giornalisti e avvocati di Assange mentre si trovava come rifugiato politico presso l’ambasciata dell’Ecuador. Il governo statunitense avrebbe quindi violato il quarto emendamento e impedito al giornalista di ottenere un equo processo



Leggi l’articolo su wired.it