Su The Conversation due psicologi ragionano di come esista una sorta di talento a sé nel distinguere e riconoscere gli oggetti, indipendente dall’esperienza. Potete mettervi alla prova anche voi



Leggi l’articolo su wired.it